Introduzione

Uno dei motivi pi√Ļ comuni per cui le persone richiedono la fisioterapia √® il mal di schiena (o¬†lombalgia).¬†Il mal di schiena √® uno dei disturbi pi√Ļ comuni nel mondo moderno e pu√≤ avere diverse cause. Il mal di schiena non √® quasi mai causato da un singolo problema.¬†Fatta eccezione per eventi traumatici dove ad esempio si crea una frattura di una vertebra o si compie uno sforzo o una movimento in modo sbagliato, in mal di schiena √® molto spesso un disturbo multi fattoriale.

Pu√≤ essere causato da alterazioni della¬†postura¬†e del movimento, da un¬†ernia del disco¬†che comprime un nervo o pi√Ļ semplicemente da una¬†contrattura muscolare. Vista in questi termini il mal di schiena sembra una patologia relativamente semplice da gestire, purtroppo per√≤ le cose si complicano se scendiamo pi√Ļ in profondit√† nell‚Äôaspetto clinico. Infatti se abbiamo una risonanza magnetica che presenta un ernia del disco L5-S1 come succede in molti casi non possiamo attribuire con certezza il dolore a questa alterazione anatomica.¬†Molto spesso ci sono ernie asintomatiche ed il dolore invece √® causato da aspetti muscolari o mio-fasciali, che a loro volta possono essere causato da alterazioni del movimento o addirittura da alterazioni ereditarie a carico della colonna.¬†Insomma, dobbiamo capire con l‚Äôaiuto di un fisioterapista specializzato, quale √® la vera causa del nostro mal di schiena.

In alcuni casi il mal di schiena pu√≤ essere causato da problemi viscerali altre volte pu√≤ essere accentuato da un periodo di intenso stress e diventare cronico.¬†In questi articoli cerchiamo di spiegare in modo semplice, ma senza mai banalizzare, concetti sui quali anche il pareri dei clinici e della comunit√† scientifica sono in continua evoluzione. Quello che ad oggi possiamo affermare con sicurezza √® che il movimento come prevenzione e l‚Äôesercizio terapeutico come cura sono alla base di percorsi terapeutici pi√Ļ articolati di cui possono far parte tecniche di¬†osteopatia,¬†terapia manuale¬†o¬†terapia mio-fasciale,¬†massoterapia¬†o terapie fisiche come le pi√Ļ note¬†Tecarterapia¬†o la¬†laserterapia.

Il mal di schiena può manifestarsi come un dolore muscolare sordo nella parte bassa della schiena o un dolore intenso e acuto che influisce sulla capacità di piegarsi o di stare in piedi. Il dolore alla schiena può derivare anche da muscoli e legamenti che circondano la colonna vertebrale, ma può anche derivare da problemi strutturali alle ossa della colonna stessa. Esistono diverse opzioni per il trattamento del mal di schiena, ma, in primo luogo, la comprensione delle cause e dei sintomi è la chiave per prevenirlo.

Il trattamento della lombalgia di solito si concentra sugli obiettivi comuni di diminuire il dolore, aumentare la gamma di movimento e migliorare la funzione. In generale, le buone abitudini per prevenire il mal di schiena sono:

  • Fare stretching regolarmente. Molti di noi trascorrono la maggior parte della giornata seduti alla scrivania o sul¬†divano. Fare stretching per alcuni minuti al giorno pu√≤ essere molto utile.
  • Perdere peso se necessario. Essere in sovrappeso mette a dura prova la schiena.
  • Dormire a sufficienza. Esattamente come la mente, anche la colonna vertebrale ha bisogno di riposo, sostiene il peso della schiena. Bisogna fare quindi del sonno una priorit√†.
  • Adottare le tecniche appropriate quando si solleva qualcosa. Usare la forza delle gambe invece di quella della schiena per sollevare qualcosa da terra.

Molto spesso si associa la lombalgia a una debolezza dei muscoli addominali e per questo si propongono esercizi preconfezionati, il cui scopo √® quello di allenare in modo diretto esclusivamente quel distretto corporeo, sperando che il suo rinforzo possa portare alla scomparsa dei sintomi da lombalgia. Le cose non stanno proprio cos√¨.¬†Anche se problematiche di comune mal di schiena possono essere dovute, effettivamente, a debolezza e atrofia di vari muscoli del ‚Äúcore‚ÄĚ, ci√≤ non significa che rinforzarli sia un‚Äôautomatica soluzione del problema. Prima di addentrarci nel discorso vediamo nel dettaglio l‚Äôanatomia e le funzioni degli addominali e capiamo il concetto di core stability. I muscoli che controllano direttamente o indirettamente la colonna devono funzionare come un‚Äôorchestra. Deve esserci un coordinamento preciso durante i vari movimenti e se questo viene meno la colonna pu√≤ avere delle sollecitazioni sbagliate che possono determinare la comparsa dei sintomi. Ma gli addominali sono solo uno degli strumenti della nostra orchestra.